SCUOLE, ASSOCIAZIONI E AGENZIE EDUCATIVE

I primi beneficiari dei servizi di RecuperARTI sono le agenzie educative del territorio, quali nidi e scuole dell’infanzia, scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, enti di formazione e tutti i soggetti ed Enti pubblici o privati impegnati in campo educativo.

Alle Scuole e agli enti non profit del territorio viene offerta:

1.   la possibilità di ritirare i materiali raccolti dall’Associazione per il loro riutilizzo per progetti autonomi scolastici e creativo-educativo;

2.  percorsi didattici, sia per insegnanti che per alunni organizzati e gestiti da RecuperARTI;

3.   percorsi personalizzati di tirocinio e alternanza scuola-lavoro all’interno dell’Associazione.

utilizzo dei materiali

RecuperARTI ha aperto in Versilia un centro di recupero materiali dove sono raccolti, selezionati e immagazzinati materiali non-strutturati. Questi sono resi disponibili alle scuole e realtà non profit convenzionate con l’Associazione.

Fra i materiali non strutturati di origine artificiale ci sono materiali di recupero, cioè che sono già stati utilizzati e hanno raggiunto il termine del loro ciclo di vita per quel che riguarda la loro funzione originaria, e i materiali di scarto industriale, che si distinguono per essere paradossalmente nuovi e che vengono generati come surplus al termine di un processo produttivo, come resti di altri prodotti o come errori di produzione.

Questi materiali non sono pensati espressamente per un uso e fine didattico, ma sono caratterizzati da non strutturazione e conseguente flessibilità d’uso; sono estremamente aperti alla progettualità adulta e all’utilizzo anche divergente da parte dei bambini. I materiali non-strutturati non sono orientati a un utilizzo univoco e predefinito, ma suggeriscono combinazioni aperte fra di essi e prevedono una possibilità di azioni flessibili e composite.

L’assenza di funzionalità univoche e di una specifica direzione apre a una polifunzionalità che permette un loro uso molto variegato, oltre alla possibilità di trasformarli dandovi nuove forme, ma anche di investirli simbolicamente e creativamente. L’utilizzo di tali materiali a scuola è significativo per le loro numerose e ancora non completamente esplorate potenzialità educative e didattiche.

La sottoscrizione di una convenzione permetterà a scuole e enti non-profit il prelievo dei materiali su appuntamento senza limite di quantità e appuntamenti.

I materiali prelevati dovranno essere utilizzati per progetti creativo-educativi all'interno della struttura convenzionata e questa dovrà impegnersi a mandare immagini a RecuperARTI che illustrano come i materiali vengono utilizzati.

La convenzione può essere sottoscritta con un contributo iniziale per la registrazione e con un contributo semestrale a titolo di rimborso delle spese sostenute da RecuperARTI che viene concordato in base al numero dei beneficiari o in modo forfettario.